Dal mondo

Papà crea una tuta per proteggere il figlio dal virus ispirandosi al videogioco “Death Stranding”

Papà crea una tuta per proteggere il figlio dal virus ispirandosi al videogioco “Death Stranding”

Un papà di Shanghai ha progettato una cabina di sicurezza su misura per suo figlio al fine di proteggerlo dalla diffusione del Coronavirus.

La tuta speciale, creata da Cao Junijie, è subito saltata all'occhio degli esperti di videogiochi, dato che l'uomo si è ispirato proprio al popolare gioco Playstation “Death Stranding”.

Il gioco di Hideo Kojima è ambientato negli Stati Uniti e vede l'attore Norman Reedus proteggere il piccolo BB da creature che viaggiano tra il regno dei vivi e il regno dei morti.

La tuta, un po' più grande di quella vista nel videogame, presenta un piccolo contenitore con uno vetro trasparente in plexiglass, insieme a un filtro e uno schermo che mostrano la qualità dell'aria.

Junijie sfoggia la sua creazione con il bambino all'interno della cabina in un video che è diventato subito virale in rete e condiviso ovunque.

Dopo aver indossato la sua maschera, l'uomo si dirige poi a fare una passeggiata con il bambino che trascorre la maggior parte del tempo dormendo profondamente.

Grazie a un foro speciale, l'uomo può anche confortare il bambino inserendo la mano con un guanto di interconnessione, senza che il piccolo possa essere infettato in alcun modo.

L'uomo, appassionato da sempre dai videogiochi e dalla creatività, è riuscito in qualche modo a trarre vantaggio dalla sua esperienza con Death Stranding. Per quanto forse un po' scomodo da portare, bisogna dargli atto che l'idea è decisamente geniale. E voi che ne pensate? Ditecelo come sempre attraverso i commenti sotto l'articolo del video! Avete giocato a Death Stranding e avete riconosciuto subito la tuta speciale?

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio