Dal mondo

Uomo perde il pene e gli viene ricostruito sul braccio

Uomo perde il pene e gli viene ricostruito sul braccio

Un papà ha perso il proprio pene a causa di un orribile infezione ed è diventato il primo uomo al mondo a costruirne uno nuovo... sul braccio!

Malcolm MacDonald, 45 anni, ha addirittura guadagnato cinque centimetri in più di lunghezza.

L'uomo, un meccanico inglese, chiese un aiuto economico al NHS (il sistema sanitario pubblico inglese) dopo che il suo pene si annerì cadendo dopo una brutta infezione per una somma di 50.000 sterline.

I medici quindi gli hanno cambiato la vita, ricostruendoli nuovamente il pene temporaneamente sul braccio.

“L'infezione da perineo che ha causato la perdita del membro e l'annerimento delle dita dei piedi hanno completamente cambiato la mia vita nel 2014. Sapevo che in fondo era sparito e che avrei perso per sempre il mio organo genitale. Quindi un giorno cadde sul pavimento, lo raccolsi e messo nel cestino. Sono poi andato in ospedale e hanno detto che il meglio che potevano fare per me era arrotolare il moncone rimasto come un piccolo rotolo di salsiccia. Era straziante.”

Il professor David Ralph, esperto in ricostruzione di falli all'University College Hospital di Londra, eccitato all'idea di aiutare Malcolm, ha voluto dare un barlume di speranza all'uomo per poter tornare di nuovo a vivere la sua vita normale.

Il professor Ralph ha spiegato la procedura, specificando che avrebbe dovuto tenere il pene sul braccio per almeno due anni prima che potesse nuovamente spostarlo nell'inguine.

I chirurghi hanno creato un'uretra e hanno installato due tubi collegati a una pompa manuale, permettendogli di avere un'erezione “meccanica”.

L'uomo ha voluto soprannominare il suo “amico sul braccio” con il nome di “Jimmy”, era quello con cui i suoi amici e compagni lo chiamavano spesso e quindi quale nome migliore da dare al proprio membro sul braccio?

Purtroppo al momento l'intervento per spostare il pene nella sua zona principale, ha ricevuto dei ritardi causati dal Covid, ma MacDonald non si da per vinto ma anzi, attende il giorno con trepidante attesa.

NEWS DAL MONDO

Webradio