pelozoo

Chi dice gatto, dice dispetto?

Chi dice gatto, dice dispetto?

La fama dell’essere dispettoso oltre ogni limite, il gatto ce l’ha eccome, ma sul fatto che corrisponda a verità o meno, è tutto da vedere.

A chi non è capitato di tornare a casa in ritardo e trovare un conto salato da parte del nostro micio?

Oggetti a terra, cacca e pipì fuori dalla sabbietta (e magari su tappeto o divano), piante rosicchiate a morte, tende graffiate come se fossero un tiragraffi, vi suonano familiari?

E a chi invece non è capitato di essere svegliato nel cuore della notte dal proprio gatto in preda a una iperattività fuori del comune?

In questo comportamento rientrano, oltre ai casi sopra citati, anche balzi sul letto da infarto, miagolii nel buio, e corse a perdifiato su mobili e pavimenti (come se in casa ci fosse un esercito in marcia).

E quindi, il gatto, fa tutto questo per dispetto o in realtà è una innocente creatura incapace di premeditazione?

Che il gatto sia particolarmente intelligente, in grado di capire che a ogni azione corrisponde una nostra reazione, è fuori di dubbio: lui conosce alla perfezione come strusciarsi per ottenere attenzioni, cibo o coccole, così come ricorda tutte le nostre abitudini, a tal punto da allarmarsi se ci comportiamo diversamente rispetto alla routine.

Ma che sia dispettoso per il gusto di esserlo, questo proprio no.

Come si spiegano allora i suoi comportamenti?

Provate a riflettere: se butta oggetti a terra, magari è solo annoiato e ha bisogno di giocare, così come se trovate le piante mangiucchiate, è semplicemente che non trovando erba gatta (di cui va ghiotto), rimedia con quello che c’è in casa.

E gli attacchi notturni?

Il gatto è crepuscolare, cacciatore e ama muoversi di notte. In natura questo è normale, in casa risulta anomalo. Se ci sono notti in cui dorme beato, è semplicemente perché si è stancato tanto durante il giorno.

Bisognini fuori dalla sabbietta? Attenzione, questo è uno dei modi più eclatanti per segnalarvi che qualcosa non va, in genere si tratta di un problema di salute.

Il gatto non può ovviamente parlare e comunica con voi utilizzando comportamenti che vi possano mettere in allarme, tipo questo.

E il graffiare le tende? Magari vi sta dicendo che il vecchio tiragraffi non è più sufficiente, che le sue unghie stanno crescendo e ne occorre uno nuovo.

Insomma: imparate a “leggere” il vostro gatto in maniera obiettiva e scoprirete che è tutto fuorché dispettoso.

NEWS DAL MONDO

Webradio