Dal mondo

Un robot con testa a forma di gatto impila gli oggetti negli scaffali dei negozi giapponesi

Un robot con testa a forma di gatto impila gli oggetti negli scaffali dei negozi giapponesi

Questo 2020 ci ha abituato ormai a tutto, ma eravate pronti a scoprire l'esistenza di robot giganti che lavorano nei supermercati giapponesi?

FamilyMart, la seconda più grande catena di minimarket del Giappone, ha collaborato con la società di robotica Telexistence per creare il Model-T, un androide che prende il nome della famosa auto di Henry Ford.

Il robot è effettivamente connesso a un operatore umano ed è in grado di manipolare i movimenti del Model-T da remoto utilizzando la realtà virtuale.

Con una testa a forma di gatto, l'automa è alto oltre due metri e ha un'ampia gamma di movimenti, necessari per il sollevamento e lo spostamento dei prodotti, con un ritardo tra lui e l'operatore di soli 50 millisecondi.

Il Model-T consentirà ai negozi di “operare con un numero inferiore di lavoratori e darà modo a loro loro di reclutare dipendenti indipendentemente dalla posizione fisica del negozio”.

Il minimarket ha dichiarato di voler creare un'idea di negozio completamente nuova, rendendo il lavoro di rifornimento automatizzato e remoto, risparmiando sicuramente una grande quantità di ore di manodopera.

Sebbene un robot non rimuova del tutto la necessità di utilizzare dei dipendenti umani, un singolo operatore potrebbe teoricamente essere responsabile dei movimenti di più robot nello stesso negozio, purché abbiano lo stesso layout e inventario.

Cosa ne pensate? Credete che ciò possa influire positivamente o negativamente nel futuro del mondo del lavoro? Ditecelo tra i commenti sotto l'articolo come sempre.

NEWS DAL MONDO

Webradio