Dal Mondo

Scoperto nesso tra testicoli e inquinamento

Il posizionamento errato dei testicoli sarebbe correlato alle condizioni ambientali

Scoperto nesso tra testicoli e inquinamento

D’ora in poi dire che due palle! riferendosi all’inquinamento ambientale, avrà un suo perché.

Un recente studio svolto da un team di scienziati e ricercatori francesi, ha infatti dimostrato che alla base del crescente numero di ragazzi nati con una malformazione ai testicoli che ne posiziona uno o addirittura due al posto sbagliato, ci sarebbe l’inquinamento.

La conclusione è frutto di incroci tra cluster geografici e condizioni particolarmente inquinanti, come la presenza di industrie metallurgiche e del carbone vicino alle residenze dei soggetti esaminati che lamentano queste anomalie dell'apparato riproduttore.

Ma non solo: tra le cause anche l’esposizione di uno o entrambi i genitori a pesticidi, estrogeni contenuti negli alimenti o radiazioni, ma anche fumo in gravidanza da parte della madre e consumo di alcol.

Il criptorchidismo, ovvero la mancata discesa di uno o due testicoli a partire dalla nascita, è una condizione che può essere corretta solo dopo il primo anno di vita; ma se non corretta provoca una ridotta produzione di spermatozoi e di ormoni in età adulta.

NEWS DAL MONDO

Webradio