Dal Mondo

Fanghi tossici smaltiti come fertilizzanti

Fanghi tossici smaltiti come fertilizzanti

Intercettazioni shock riportate dal Corriere della Sera di Brescia e relative all’inchiesta dello smaltimento di fanghi contaminati da metalli pesanti in terreni agricoli di Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna, fanno tremare tutti coloro che hanno mangiato prodotti provenienti dalle colture delle province di Brescia, Mantova, Milano, Cremona, Pavia, Lodi, Varese, Como, Verona, Novara, Vercelli e Piacenza.

L’azienda indagata avrebbe dovuto trattare i fanghi e purificarli, ma non solo non ha provveduto a svolgere queste operazioni, bensì ha aggiunto ulteriori inquinanti, per poi distribuire le sostanze tossiche su circa 3mila ettari di terreni agricoli, per un totale di circa 5mila tir, ovvero 150mila tonnellate di fanghi tossici, tra il 2018 e il 2019.

Come emergerebbe dalle indagini, l’azienda, dietro lauti corrispettivi, recuperava i fanghi prodotti dagli impianti pubblici e privati e derivanti dalla depurazione delle acque reflue urbane e industriali; per incrementare ulteriormente i propri profitti, l’azienda in questione aggiungeva sostanze inquinanti come l’acido solforico, per intenderci quello recuperato dallo smaltimento delle batterie esauste.

Spacciati come gessi di defecazione, provvedeva quindi a smaltirli su terreni destinati a coltivazioni agricole, ricompensando sei compiacenti aziende agricole conto terzi e occupandosi direttamente dello spandimento dei fanghi e della successiva aratura dei campi; si presume che grazie a questo procedimento le società coinvolte abbiano guadagnato 12 milioni di profitti illeciti.

Le indagini sono iniziate in seguito alle segnalazioni dei residenti (centinaia di esposti e segnalazioni), costretti a chiudersi in casa ormai da anni a causa dei miasmi prodotti durante trasporto e spandimento dei fanghi.

Dalle intercettazioni registrate, uno dei 15 indagati avrebbe detto: io ogni tanto ci penso. Chissà il bambino che mangia la pannocchia di mais cresciuta sui fanghi. Sono consapevolmente un delinquente.


Foto di MilanoToday

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio