Dal Mondo

Pioggia "artificiale" a Dubai grazie ai droni

Pioggia "artificiale" a Dubai grazie ai droni

A mali estremi, estremi rimedi.

Per affrontare l’ondata di calore degli ultimi giorni, quando la temperatura ha raggiunto e superato i 50 gradi, la città di Dubai ha adottato un sistema per rinfrescare i suoi abitanti, basato sull’intervento di droni incaricati di provocare delle piogge “artificiali”.

In realtà il Centro Nazionale di Meteorologia degli Emirati Arabi Uniti sta sperimentando una tecnologia sofisticata che rilascia cariche elettriche nelle nuvole, spingendole ad aggregarsi per formare delle precipitazioni.

La tecnica, volgarmente chiamata inseminazione di nuvole, ha fatto sì che Dubai fosse interessata da piogge monsoniche che hanno invaso le strade in maniera copiosa; tutti gli abitanti sono stati preallertati e invitati a rimanere nelle proprie abitazioni, al fine di non trovarsi per strada sotto a pioggia battente, fulmini e vento forte.

Questa tecnica, utilizzata in altri Paesi soggetti a siccità, come Cina e India, può essere impiegata anche per prevenire forti precipitazioni e frenare potenziali inondazioni, come si è visto nel 2020 in Indonesia.

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio