Dal Mondo

Sciacquone troppo rumoroso, risarcimento

Sciacquone troppo rumoroso, risarcimento

Tra vicini difficilmente corre buon sangue.

Ci si indispettisce per piccolezze, si arriva a litigare per le scorrettezze altrui e si tollera a fatica la presenza ingombrante di famiglie un po’ numerose o disordinate.

Ma quando a violare la quiete e il diritto al riposo è uno sciacquone, tutto prende una piega decisamente comica, alla Totò e De Filippo per intenderci.

Lo scarico del wc di un appartamento di proprietà di 4 fratelli, in una località del Golfo dei Poeti in provincia di La Spezia, in Liguria, era stato murato all’interno di una parete divisoria così sottile, da arrecare grande disturbo ogni qualvolta entrava in azione.

E provate a pensarci: ogni quanto uno sciacquone entra in azione, di giorno e di notte?

Tutta la vicenda ha inizio quando la coppia che abita sullo stesso pianerottolo, nell’appartamento confinante quello dei 4 fratelli, si rivolge al tribunale di La Spezia, imbastendo una causa con oggetto un nuovo bagno che provoca intollerabili rumori provenienti dagli scarichi.

Ad appoggiare le motivazioni si sono uniti anche gli altri vicini, evidentemente infastiditi dai rumori molesti, e a sorpresa arriva la decisione della cassazione, che condanna i 4 fratelli a un risarcimento di 500 euro all’anno a partire dal 2003.

Lo sciacquone in questione viola il diritto al riposo, che in questo specifico caso vale ben 10mila euro circa.

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio