Dal Mondo

Pupo nella lista nera dell'Ucraina

Trattato come un agente segreto russo

Pupo nella lista nera dell'Ucraina

Dopo Al Bano e Toto Cutugno, anche Pupo viene accusato di essere un agente al servizio dei russi.

A fare questa rivelazione è stato il diretto interessato, all’anagrafe Enzo Ghinazzi in arte Pupo, sui propri profili social.

“Il Ministero degli Esteri italiano mi ha recentemente informato che il Governo dell’Ucraina mi ha inserito nella lista nera, quella degli indesiderati, dei criminali. In pratica se mi presento alla loro frontiera, rischio di essere arrestato”.

I motivi che avrebbero spinto l’Ucraina a una decisione di questo tipo, sarebbero legati alla partecipazione del cantante al festival russo della Canzone di Guerra, evento che si è tenuto a Jalta, nella Crimea occupata dai sovietici, lo scorso anno.

Pupo, che da sempre è molto famoso in Russia, non è il primo a finire nella lista nera ucraina: sia Al Bano che Toto Cutugno erano stati ritenuti agenti segreti russi, trattati quindi come criminali o terroristi e dichiaratamente non graditi nel Paese slavo.

Per nulla intimorito, Pupo ha affermato che continuerà a portare in giro per il mondo la propria musica.

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio