Dal Mondo

Sparla dei capi su whatsapp, nessuna sanzione

Sparla dei capi su whatsapp, nessuna sanzione

Mai sentito parlare di chat comuni di lavoro e di sotto-chat dove sparlottare di colleghi e di capi?

Sicuramente fate parte di almeno un paio di questi gruppi su whatsapp!

Respingendo la richiesta di una società privata, la Italpol Spa, circa il comportamento di un dipendente che in una chat di whatsapp aveva criticato duramente il top management, la Cassazione ha ritenuto di non applicare alcuna sanzione seppure in presenza di giudizi lesivi.

Sparlare in chat di capi, presidenti e amministratori delegati della società o dell’azienda per cui si lavora, non è una condotta di per sé idonea a violare i diritti di correttezza e buona fede (così avrebbe sentenziato la Suprema Corte).

Insomma, sentitevi liberi di dire ciò che pensate senza temere ritorsioni!

Nessuna sanzione disciplinare quindi per il comandante delle guardie giurate che aveva espresso giudizi molto negativi sui propri superiori a un ex collega, né tantomeno la perdita del posto di lavoro.

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio