Dal Mondo

Il rapper Baby Gang attacca gli agenti durante un controllo

Il rapper Baby Gang attacca gli agenti durante un controllo

Il rapper milanese Baby Gang avrebbe risposto con arroganza, insolenza e prepotenza ai poliziotti che nei giorni scorsi stavano effettuando un’operazione di controllo.

Zaccaria Mouhib, alias Baby Gang, era a bordo di uno scooter T-Max guidato da un altro rapper già noto alle forze dell’ordine per diversi precedenti, quando, alla richiesta di esibire i documenti di riconoscimento, non solo si sarebbe rifiutato, ma si sarebbe rivolto agli agenti con epiteti ingiuriosi.

“Che caxxo volete? Io sono Baby Gang!”

Da lì sarebbe sfociata una colluttazione, fino alla fuga rocambolesca di Baby Gang; il rapper sarebbe riuscito a dileguarsi proprio mentre l’amico veniva arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, ma anche per lui è scattata la denuncia per gli stessi reati, oltre che per violazione del foglio di via da Milano.

Nei mesi scorsi Baby Gang era stato arrestato in seguito a un’inchiesta della Procura milanese su una serie di rapine, ma poi è stato scarcerato su decisione del Riesame che aveva ritenuto lacunose le prove a suo carico.

Mentre era in carcere ha girato una parte di un suo nuovo video senza autorizzazione, episodio che ha portato all’apertura di una indagine per accesso indebito a dispositivi idonei alla comunicazione da parte di soggetti detenuti.

A suo carico infine numerosi fogli di via emessi da diverse città, tra cui Milano, e l’ultima indagine a piede libero, per resistenza, su ordine del pm di turno Elisa Calanducci.

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio