Dal Mondo

Singhiozzo per 68 anni

Singhiozzo per 68 anni

A chi non è mai capitato di avere un fastidioso singhiozzo?

Non lamentatevi perché c’è chi ci ha convissuto per ben 68 anni, come Charles Osborne, un americano dell’Iowa, nato nel 1893, che ha iniziato nel 1922 a singhiozzare in seguito a una caduta.

L’uomo, che nel corso della sua vita ha cercato ogni tipo di rimedio senza successo, ha smesso di avere il singhiozzo dopo 68 anni e, curiosamente, a pochi mesi dalla morte, avvenuta il 5 giugno 1990.

Nei primi anni i singhiozzi si presentavano con una frequenza sbalorditiva, ben 40 al minuto, poi inspiegabilmente hanno rallentato fino a 20 al minuto.

Alcuni medici hanno ipotizzato che la causa del disturbo possa essere stata la rottura di un capillare nella parte del cervello responsabile dell’inibizione della risposta al singhiozzo, mentre altri hanno teorizzato che l’uomo, cadendo, abbia subito un trauma alle costole attaccate al diaframma.

Charles Osborne suo malgrado entrò nel Guinness World Record per aver avuto il singhiozzo indubbiamente più lungo della storia.

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio