Dal mondo

L'Uganda prevede di introdurre la pena di morte per l'omosessualità

L'Uganda prevede di introdurre la pena di morte per l'omosessualità

Il governo ugandese ha annunciato il piano per un disegno di legge che condannerebbe a morte le persone solo perchè sono omosessuali.

Essere Gay nel paese è già considerato un crimine, ma la nuova legislazione è stata introdotta per fermare l'ascesa di ciò che “non è naturale” per gli ugandesi.

Si dice addirittura che la legge possa essere introdotta nel giro di pochissime settimane.

Il disegno di legge, noto come “Kill the Gays” nel paese, è stato presentato per la prima volta alla nazione dell'Africa orientale cinque anni fa, ma è stato revocato per un tecnicismo.

Il ministro dell'etica e dell'integrità Simon Lokodo ha dichiarato alla Thomson Reuters Foundation:

“L'omosessualità non è naturale per gli ugandesi, c'è stato un massiccio aumento di omosessualità fra gli abitanti e tra i giovani a scuola si promuove addirittura che essere Gay non è contro natura.”

Ha continuato così:

“La nostra attuale legge penale è limitata. Criminalizza solo l'atto. Vogliamo chiarire che chiunque sia anche coinvolto nel reclutamento di omosessuali, deve essere criminalizzato. Coloro che compiono atti gravi saranno condannate a morte”.

L'omosessualità è già punibile con la morte in una manciata di paesi africani, tra cui il Sudan e parti della Nigeria, sebbene però sia un argomento tabù in tutto il continente.

In un tweet il cantante Elton John si è scagliato contro questa legge dichiarando: “Credo che l'amore sia amore e poter amare e come scegliamo è un diritto umano fondamentale. Ovunque andiamo io e mio marito David, meritiamo di essere trattati con dignità e rispetto”

Non ci è ancora dato sapere se questa legge in Uganda passerà o no, ma siamo sicuri lasci senza parole voi quanto noi tutto ciò. Fateci comunque sapere la vostra come sempre attraverso i commenti.

NEWS DAL MONDO

Webradio