pelozoo

Non soffiatemi sul naso!

Non soffiatemi sul naso!

Sarà capitato a tanti prima o poi di soffiare sul muso (e in particolare sul naso) del nostro peloso cane: per gioco o per sgridarlo meno severamente (o almeno così pensate!) questo è un gesto da evitare nella maniera più assoluta.

I cani (tutti ma proprio tutti!) odiano profondamente se qualcuno soffia loro sul muso, principalmente perché in questo modo si supera la loro cosiddetta comfort zone.

Ma al di là di questioni di pura prossemica (cosa fareste voi se qualcuno vi venisse così vicino alla faccia senza un apparente buon motivo?), il soffio in sé aggrava tutta la situazione (e ribadiamo: cosa fareste voi se qualcuno si avvicinasse in maniera improvvisa alla vostra faccia e cominciasse a soffiare?).

Il non sapere esattamente cosa stia accadendo, la troppa vicinanza, l’aria sul naso e sugli occhi (due zone ultra sensibili), la deformazione che il vostro volto può subire gonfiando le gote per soffiare (guardatevi allo specchio e poi parliamone…) e, aggiungiamo doverosamente, un eventuale alito non proprio gradito, mettono il peloso in una situazione di estremo disagio che può portarlo, ahimè, a reazioni non sempre gradite a voi!

Il cane generalmente inizia a mostrare segni di evidente fastidio sgranando gli occhi o girandoli da un lato, sbadigliando, leccandosi compulsivamente naso e labbra, fino ad attaccare mordendo: e non dite che non vi aveva avvisato!

Sia ben inteso, non che al cane non piaccia il vento o la brezza fresca della sera, dove può trovare sollievo dalla calura o un sacco di odori per lui molto interessanti, ma avvicinarsi al suo muso gonfiando le guance e soffiando più o meno sonoramente, ecco questo per lui ha un solo significato: la sfida.

E a sfide e provocazioni come si risponde? Con una reazione uguale o superiore, quindi con una minaccia o addirittura con un bel morso (e vi garantisco che sulla faccia non è proprio un’esperienza da ricordare).

Soffiare sul muso di un cane è quindi una cosa da non fare mai, nella maniera più assoluta, anche se siete convinti di avere il peloso più mansueto e dolce del mondo (ma è pur sempre un animale con istinti ben radicati).

E se per gli adulti è sufficiente (si spera) conoscere bene i rischi che si corrono, è fondamentale insegnare ai propri figli piccoli e ai bambini che normalmente vi vengono a trovare, che non si soffia mai, per nessun motivo, sul tartufo del peloso.

Oltre al discorso sfida, minaccia, alito pestilenziale, c’è in realtà un’altra motivazione da tenere presente e che riguarda proprio il tartufo: il cane “vede” attraverso gli organi recettori posti nel naso.

Non è un caso che si dica correntemente “fiutare il pericolo”: una improvvisa ondata di aria calda sul naso, impedisce al peloso di rimanere in contatto con il mondo esterno, del quale non sentirà più alcun odore.

Quindi da oggi, se mai lo abbiate mai fatto, evitate di sbuffare in faccia al vostro cane: fate un favore a lui, ma anche a voi!

NEWS DAL MONDO

Webradio