Pelozoo

La Giornata Nazionale di (Sua Maestà) il Gatto!

La Giornata Nazionale di (Sua Maestà) il Gatto!

Ogni giorno dovrebbe essere giornata nazionale del gatto, direbbero in molti, ma dovendo battezzare una sola data, nel 1990 si decise (e per una serie di interessanti ragioni) che il 17 di febbraio sarebbe stato il giorno in cui l’Italia avrebbe ricordato uno dei migliori amici dell’uomo fin dall’antico Egitto.

E in effetti il gatto, insieme al cane, detiene lo scettro di animale domestico più amato dall’uomo, seguito da criceti, conigli, uccellini, pesci e rettili.

Ma perché proprio il 17 febbraio? Innanzitutto febbraio è considerato il mese dei gatti e delle streghe, mentre il 17, da sempre numero porta sfortuna, racchiude il famoso detto che i gatti posseggono in una vita (1) ben 7 vite.

Al di là di queste ricorrenze speciali, il gatto non solo rimane quell’essere avvolto da mistero e fascino che accompagna la vita di molte persone di tutte le età, ma ultimamente, complice la tecnologia, è diventato un vero e proprio influencer: nessuno o quasi lo batte, basti guardare su Instagram quanti hashtag vi sono a suo nome e quante foto!

In occasione di questo giorno dedicato al micio, molti esperti si sono premurati di sfatare alcuni dei tanti pregiudizi e false credenze che esistono intorno al mondo gattofilo, uno per tutti il fatto che il gatto, per le sue caratteristiche, sia l’animale domestico meno impegnativo in assoluto.

Ebbene, se è vero che esso è di gran lunga più indipendente rispetto a un cane, in realtà ha molto bisogno del suo umano per vivere una vita felice, priva di problemi fisici e serena.

A questa falsa credenza si lega quindi quella per cui il gatto non ha bisogno di veterinario: errore grossolano, considerando la varietà di malattie che lo colpiscono (tra cui la temibili Fiv o Aids felina).

Vaccinazioni, controlli periodici soprattutto dei reni (dove lui pare essere più delicato), sterilizzazione e antiparassitari devono essere rispettati scrupolosamente.

Quindi non è vero che il gatto sia così indipendente, non è vero che non abbia bisogno del veterinario e non è infine vero che ami così tanto la solitudine: provate a stare un giorno in casa con lui e vedrete quanto tempo passa da solo (quasi mai!).

Dura a morire è anche la credenza che il gatto faccia le fusa perché desidera le coccole: in parte è così, ma le fusa sono anche una chiara espressione di disagio o di malessere da non sottovalutare assolutamente!

Rispettate il vostro micio, non solo oggi, ma sempre, e soprattutto… buona giornata del gatto a tutti!

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio