pelozoo

Viaggi in auto: cosa sapere

Viaggi in auto: cosa sapere

State per organizzare una vacanza insieme ai vostri pelosi?

Ecco cosa c’è da sapere prima di mettersi in auto, sia che il quadrupede sia un cane o un gatto.

Intanto va precisato che entrambi possono soffrire di mal d’auto, un problema piuttosto diffuso anche tra gli umani e che trasformano un viaggio anche breve in un vero e proprio incubo.

Nausea, vertigini e battito cardiaco accelerato sono i primi segnali, poi si passa al vomito e talvolta anche alla diarrea: avete presente trovarsi in autostrada o in una stradina sperduta con anche uno solo di questi problemi?

Prima di intraprendere viaggi lunghi con animali che presentano questo tipo di disturbi, sarebbe bene abituare il cane o il gatto a brevi tragitti, da effettuare rigorosamente a stomaco vuoto (sia di cibo che di acqua) e con l’aiuto, in casi disperati, di sostanze anti nausea e tranquillanti (esistono medicinali omeopatici e fiori di Bach molto efficaci).

Un consiglio: cercate di associare sempre il viaggio a una meta piacevole.

Insomma, se pensate di abituarlo a viaggiare portandolo dal veterinario o dal toelettatore (che con ogni probabilità non gradisce), allora avete sbagliato tutto.

Come si trasportano un cane o un gatto?

La prima regola è la sicurezza: dentro a un trasportino, a un kennel, imbragati in appositi giubbotti fissati con cintura di sicurezza, l’importante è che sia loro garantito che, in caso di brusca frenata o di tamponamento, non siano catapultati all’interno o peggio al di fuori dell’abitacolo.

In caso di gabbia: la misura giusta è quella che permette al peloso di girarsi, alzarsi in piedi ma non di passeggiare. Deve stare comodo, deve potersi sgranchire le zampe, ma nulla di più, per evitare, in caso di impatto, di sbattere e ferirsi.

Entrare e uscire dal kennel, soprattutto quando si parla di un cane, sono operazioni da non improvvisare: un cane che si butta letteralmente fuori non appena aprite la porta della gabbietta, è pericolosissimo.

“Aspetta” o “fermo” sono ordini che deve conoscere e seguire alla perfezione, per evitare incidenti di varia gravità.

Idem per entrare nel kennel: se il cane ubbidisce a un vostro preciso ordine, si eviterà che possa salire involontariamente su un’altra auto (sia per errore che per tentativo di furto).

Ricordate infine se il viaggio è molto lungo di fare delle soste, dove far scendere il cane o il gatto (bel legati e al sicuro).

Finestrini sempre un poco aperti, musica a basso volume, evitate di fumare e per il resto… buon viaggio!

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio