pelozoo

Chi l’ha visto?

Chi l’ha visto?

Cani e gatti che spariscono nel nulla, mai più avvistati, praticamente senza più traccia: cosa si nasconde dietro a un fenomeno dilagante che getta nello sconforto così tante famiglie?

È risaputo che soprattutto i gatti, quando non vivono in appartamento e quindi hanno più possibilità di uscire di casa, quando stanno male e sono prossimi alla morte, si allontanano per andare a nascondersi e attendere la fine; i cani difficilmente hanno questo tipo di comportamento, benché non si possa escluderlo del tutto.

Ma oggi non parliamo di questa evenienza, bensì di una vera e propria piaga: il rapimento.

Quelle che potrebbero sembrare leggende metropolitane (lestofanti che si aggirano con furgoncini anonimi a rapire cani e gatti), sono purtroppo una triste realtà.

Solo in Italia si stima che ogni anno vengano rapiti qualcosa come 17mila cani e 58mila gatti: cifre inaccettabili, così come inaccettabili sono i motivi dei rapimenti.

I cani vengono generalmente rapiti per 3 motivi principali: richieste di riscatto (quando si tratta di razze costose o di campioni), rivendita in paesi europei o per riproduzione (esistono cagnoline di razza recuperate in condizioni pietose dopo essere state sottoposte a cucciolate sfiancanti) o combattimento (e qui la fine non è delle migliori: cani come i pitbull vengono rapiti per farli combattere mentre altre razze meno forti diventano le vittime di allenamenti o riscaldamenti pre-combattimento).

Anche i gatti non se la passano meglio: in genere loro vengono rapiti per diventare cibo per umani più o meno consapevoli (siete sempre certi di cosa avete nel piatto in alcuni ristoranti?) o per allenare cani da combattimento.

Entrambi infine possono essere anche destinati a laboratori dove si effettuano esperimenti illegali e chiaramente anche in questo caso la fine non è delle migliori.

Recentemente è emerso un altro bizzarro fenomeno legato alla sparizione di cani e gatti: la sindrome del salvatore.

Sì, avete letto bene.

Sono sempre più numerose le segnalazioni di persone (generalmente donne) che prelevano cani o gatti sorpresi da soli e creduti erroneamente dispersi o abbandonati.

Queste zelanti signore, indossando idealmente la maglia da super eroe, rinchiudono nella loro abitazione animali in realtà non dispersi, senza preoccuparsi minimamente di segnalare a chi di dovere il ritrovamento (anche se di ritrovamento spesso non si tratta).

Insomma, là fuori il mondo è terrificante, i consigli sono ovviamente di non lasciare mai da soli o in giardino incustoditi i vostri cani e gatti, e di aprire bene gli occhi a seconda delle varie situazioni.

Microchip, medaglietta e collare con GPS sono d’obbligo, così come doveroso è segnalare ogni situazione anomala vi capiti di osservare (non è la prima volta che vengono fermati furgoncini sospetti con a bordo diversi cani e gatti di provenienza dubbia, rivelatisi poi rapiti).

Dopo Yulin, questa è un’altra pagina vergognosa che è bene conoscere per porvi fine.

NEWS DAL MONDO

Webradio