pelozoo

Cosa si rischia a lasciare il cane in auto in estate

Cosa si rischia a lasciare il cane in auto in estate

Avete mai provato a stare sulla vostra auto in piena estate, al sole, vestiti di tutto punto, magari con i finestrini leggermente aperti, senza acqua e senza possibilità di scendere?

Se siete tra coloro che pensano che un cane possa tranquillamente stare in queste condizioni, vi consigliamo di fare una prova, visto che la stagione lo consente.

Colpi di calore, difficoltà respiratorie, annebbiamento della vista, svenimento fino al collasso: è questo che desiderate per il vostro cane?

Il cane comincia ad ansimare a una temperatura di 35 gradi per poter raffreddare il corpo, ma se è chiuso nell’abitacolo di un’auto questa funzione non servirà al suo scopo, anzi gli procurerà ancor più disagio e aumento di calore.

I primi segnali di un colpo di calore sono, oltre al respiro affannoso, la colorazione particolare di lingua e gengive che, da rosa, diventano rosse o molto scure; il cane potrebbe apparire inoltre disorientato, poco presente, potrebbe avere scariche di diarrea o di vomito, ma anche convulsioni, fino ad arrivare al collasso vero e proprio o al coma.

Una situazione aberrante se si considera che sarebbe sufficiente evitare di rimanere in auto a lungo e con i finestrini chiusi sotto al sole cocente; secondo molti studiosi, un cane non dovrebbe rimanere in auto nemmeno in inverno, a causa del particolare microclima che si crea nell’abitacolo, e tantomeno in estate all’ombra.

Insomma: la macchina per i cani è pericolosa e va utilizzata solo per gli spostamenti, non per le soste.

Un minimo di buon senso ci insegna che se dobbiamo semplicemente acquistare il giornale o consegnare un plico, il nostro peloso non rischierà nulla: ma parliamo di pochi minuti, non di più.

La legge in tal senso è piuttosto severa benché molti la ignorino: i giudici della Corte di Cassazione considerano il lasciare un cane da solo in auto, un reato ascrivibile a quello di abbandono, ex articolo 727 del Codice Penale.

Chi lo commette, soprattutto in estate, non solo mette il proprio cane in pericolo di morte, ma gli procura gravi e atroci sofferenze: per questo potrebbe incorrere in arresto fino a un anno o in multe da 1000 a 10.000 euro.

Cosa fare se si nota un cane chiuso in auto?

Ricordatevi sempre il buon senso: osservate in che condizioni è l’animale, provate ad attendere una manciata di minuti qualora sia in buone condizioni, dopo di che cercate di individuare l’eventuale negozio o supermercato dove il proprietario potrebbe essersi fermato e chiedete di fare un annuncio. Ma se il povero cane mostra già segni di sofferenza, chiamate immediatamente il 112 e, con le dovute cautele, rompete il finestrino dell’auto se il cane dovesse apparire molto grave.

Il “tanto ci metto cinque minuti” fa la differenza tra un cane vivo e uno morto, sappiatelo.

NEWS DAL MONDO

Webradio