Pelozoo

Cani che brucano

Cani che brucano

Vi è mai capitato di portare il cane in passeggiata nel parco e di sorprenderlo mentre si fa scorpacciate di erba come se questa fosse il non plus ultra delle leccornie, per poi vomitarla?

Il cane non è impazzito, semplicemente c’è un motivo ben specifico, anzi ve ne sono diversi e spetta a noi umani il compito di capire, osservando, se c’è un problema oppure no.

Partiamo dalla spiegazione più semplice: il cane mangia un certo tipo di erba perché… è buona e appetitosa! I cani sono programmati geneticamente per cercare cibo ovunque (e non perché abbiano sempre fame, è una questione di istinto di sopravvivenza), ed è molto probabile che quella particolare erba abbia un sapore molto invitante. Generalmente il cane in questo caso non si abbuffa, si limita a sbocconcellarne un po’ per poi riprendere la passeggiata e ve ne accorgete dal fatto che non vomiterà.

Diverso è se il cane, lasciato spesso da solo in giardino, si mangia i prati in maniera ossessiva: qui si tratta di noia, frustrazione, mancanza di stimoli.

Impegnatevi nel farlo giocare, coinvolgetelo in un’attività che lo stanchi fisicamente ma che lo diverta, portatelo in passeggiata, insomma: interagite con lui, non è un nano da giardino (ma questo lo ripetiamo spesso).

Ovviamente è comprensibile che il peloso rimanga da solo durante le ore di lavoro che vi vedono fuori casa, ma in questo caso è sufficiente dedicargli del tempo prima e dopo e di lasciargli una serie di giochi da masticare quando non ci siete.

Esistono poi problemi fisici: il cane, come l’umano, può soffrire di mal di stomaco e sono molti a essere concordi sul fatto che il mangiare erba sia un’azione auto curativa.

Cattiva digestione, qualcosa che il peloso non ha gradito, viene espulso con il vomito dopo l’assunzione di certe erbe (sempre le stesse).

Molti umani si preoccupano del fatto che il cane possa mangiarsi specie velenose o tossiche ma gli esperti insistono piuttosto sulla presenza di eventuali pesticidi o fertilizzanti: sono questi infatti a essere pericolosi, ma se l’erba che si mangia il cane è di casa vostra o di un bosco, non dovreste avere problemi.

La vera domanda da porsi è invece la seguente: come fanno i cani a sapere quali erbe mangiare e quali no?

Non esiste una vera e propria risposta, ci sono cuccioli che imitano la mamma e si tramandano la “conoscenza” e cani che invece semplicemente sanno quali erbe triturare come bagaglio insito nel dna.

Ma poiché è anche vero che secoli di incroci e di selezioni hanno portato il cane più lontano dalle sue origini, in caso di reazioni anomale dopo l’assunzione di erbe e vegetali, la raccomandazione è quella di recuperare un campione di quella specifica erba e di correre dal veterinario!

NEWS DAL MONDO

Webradio