Dal mondo

Butta nel 2013 un hard disk pieno di Bitcoin all'interno, offre 70 milioni per recuperarlo

Butta nel 2013 un hard disk pieno di Bitcoin all'interno, offre 70 milioni per recuperarlo

Nel 2013, James Howells ha accidentalmente buttato via un disco rigido con all'interno un portafoglio digitale contenente 7.500 Bit poco conosciuti all'epoca e apparentemente senza valore.

Oggi però, al momento in cui scriviamo, un Bitcoin vale circa 37.000 dollari e quell'Hard Disk potrebbe valere attorno i 275 milioni di dollari.

L'uomo quindi ha offerto una grossa somma di denaro per scavare nella discarica di Newport, nel Galles, dove crede che il disco sia stato smaltito.

Howells ha dichiarato: “Mi sono offerto di donare 71 milioni di dollari alla città di Newport da distribuire a tutti i residenti locali che vivono li se dovessi trovare e recuperare i Bitcoin. Ciò equivarrebbe a circa 175 sterline (239 dollari) a persona per l'intera città (316.000 abitanti). Sfortunatamente però, hanno rifiutato l'offerta e non hanno nemmeno voluto discutere faccia a faccia con me sulla questione”.

Howeels aveva raccolto i Bitcoin nell'arco di 4 anni, quando le criptovalute erano ancora agli inizi e valevano molto poco. L'uomo poi buttò via il disco rigido tra giugno e agosto 2013, credendo di aver eseguito un backup dei file di cui aveva bisogno.

Ora però ha un nuovo piano per trovarlo, vuole scavare in un'area specifica della discarica sulla base di un sistema di riferimento di rete e vuole recuperare il disco rigido nel rispetto di tutti gli standard di sicurezza e ambientali. L'Hard Disk verrà poi data a specialisti di recupero dati che possono ricostruire l'unità da zero con nuove parti e tentare il recupero del minuscolo pezzo di dati di cui ha bisogno per accedere ai Bitcoin.

Chissà come andrà a finire per questo sfortunato “milionario”, ma restiamo in attesa di ulteriori news a riguardo, ormai la trama ci ha decisamente appassionato!

NEWS DAL MONDO

Webradio