Scenette

Un uomo delle caverne rinchiuso nel ghiaccio è comparso a Minneapolis

Un uomo delle caverne rinchiuso nel ghiaccio è comparso a Minneapolis

Dopo le dozzine di monoliti apparsi in tutto il mondo, probabilmente copie dell'originale comparso nello Utah e poi scomparso misteriosamente, pare ci sia una variante decisamente creativa: un uomo delle caverne intrappolato nel ghiaccio.

I frequentatori del parco di Minneapolis sono stati accolti infatti da un uomo delle caverne racchiuso in un gigantesco blocco di ghiaccio durante lo scorso fine settimana. La scultura è misteriosamente apparsa in un'area ricreativa locale.

Zug Zug, questo il nome dato all'uomo di Neanderthal, è situato vicino a un torrente nel più grande parco ufficiale di Minneapolis. La zona è famosa per le racchette da neve e le gite in bicicletta con pneumatici adatti per l'inverno, quindi i residenti hanno subito notato l'uomo congelato nel tempo.

Questa volta però, la paternità di questa misteriosa apparizione va da attribuire a un artista, Zach Schumack che si è fatto avanti come “l'artista che si cela dietro la statua”.

Originariamente l'uomo delle caverne era in realtà un manichino di un centro commerciale locale, ma l'artista ha cercato di rendere il manichino il più realistico possibile e storicamente accurato, facendo ricerche specifiche a riguardo.

Niente mistero quindi ma una scultura ben realizzata che per qualche giorno ha stupito i visitatori del parco.

NEWS DAL MONDO

Webradio