Dal Mondo

AstraZeneca: non sarebbe rischioso, ma intanto in Italia viene sospeso

AstraZeneca: non sarebbe rischioso, ma intanto in Italia viene sospeso

Polemiche infuocate in questi giorni sul vaccino AstraZeneca, dopo le notizie su decessi avvenuti non solo in Italia di persone che avrebbero ricevuto il vaccino (ma la cui relazione non è stata ancora scientificamente provata).

In una nota di AstraZeneca viene precisato che in termini di qualità non vi sarebbero problemi relativi al lotto incriminato utilizzato in Europa, anche se sono in corso ulteriori test da parte delle Autorità Sanitarie Europee, e che la revisione dei dati di oltre 17 milioni di persone vaccinate con quel vaccino non avrebbe mostrato aumenti di rischio embolia polmonare, trombosi venosa profonda o trombocitopenia.

Ma la notizia ultima odierna è che Italia, Germania e Francia hanno sospeso in via precauzionale l’utilizzo di AstraZeneca, rimandando coloro che ne hanno già ricevuto la prima dose alle indicazioni successive dell’AIFA.

In Italia in particolare la decisione è stata presa dopo un colloquio tra Draghi e il ministro della Salute Speranza, decisione, viene specificato, assunta in linea con analoghi provvedimenti adottati da altri Paesi europei.

EMA, l'Agenzia Europea per i Medicinali, ha precisato che sono in corso tutte le indagini per stabilire se i decessi avvenuti in questi ultimi giorni siano o meno da collegare alla somministrazione del vaccino dell'azienda anglo-svedese.

NEWS DAL MONDO

Webradio