Dal Mondo

Si spalmano cacca di mucca sul corpo contro il Covid

Si spalmano cacca di mucca sul corpo contro il Covid

Nuova emergenza sanitaria in India, paese già pesantemente colpito dalla pandemia: i medici stanno esortando le persone a evitare di spalmarsi interamente il corpo di cacca di mucca nel tentativo di immunizzarsi contro il Covid.

I sanitari, oltre a specificare che non esiste alcuna prova scientifica circa l’efficacia del trattamento, pongono l’accento sul rischio di diffondere altre malattie in una nazione ormai al collasso, con 23milioni di casi di Covid, un numero ancora non ben precisato di decessi, carenze ospedaliere drammatiche e difficoltà a smaltire i cadaveri.

È nello stato del Gujarat che molte persone si sono convinte che, cospargendosi il corpo con escrementi di vacca e urina una volta alla settimana, possano diventare immuni o, in caso già colpiti dal virus, guarire più velocemente.

Per secoli gli indù hanno utilizzato sterco di vacca per pulire dalla negatività le loro case e per i rituali di preghiera, credendo in proprietà terapeutiche e antisettiche dello scarto di un animale ritenuto sacro.

In genere le persone attendono che la miscela di sterco e urina si secchi sul corpo per poi abbracciare le mucche e praticare yoga, lavando via la miscela a rituale terminato, con il latte appena munto.

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio