Dal Mondo

Blackout mondiale dei maggiori siti web

Blackout mondiale dei maggiori siti web

I maggiori siti del mondo, come quello del governo britannico o di giornali come il New York Times, Le Monde, il Guardian, il Financial Time, il Corriere della Sera, ma anche di network televisivi come CNN, BBC, Bloomblerg, e di altri come Amazon, Reddit, Twitch, PayPal e Spotify, hanno subito oggi un contemporaneo e improvviso down.

Non si è trattato di un attacco hacker, come inizialmente molti avevano temuto, bensì di un problema tecnico che ha interessato la CDN Fastly (Content Delivery Network), vale a dire una delle reti che permette ai siti di essere letti molto più velocemente dagli utenti, mantenendo nelle cache dei contenuti per poterli rendere disponibili nell’immediato a coloro che navigano.

Le CDN in pratica memorizzano tutti i dati dei clienti sparsi per il mondo, alleggerendo il carico di internet e portando i contenuti a essere disponibili per i devices.

Lo stesso provider, una società americana di cloud computing, ha poi annunciato di aver individuato il guasto e di aver intrapreso delle indagini per risolverlo al meglio, e la situazione gradualmente è tornata alla normalità nel giro di poche ore.

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio