Dal Mondo

Erezione di 4 ore mentre è in terapia intensiva per Covid

Erezione di 4 ore mentre è in terapia intensiva per Covid

Un uomo di 62 anni risultato positivo al Covid e ricoverato in terapia intensiva all’ospedale Versailles alle porte di Parigi, ha avuto un’erezione durata ben 4 ore a causa, come hanno precisato i medici, di una diretta conseguenza del virus e delle medicine somministrate per regolarizzare la pressione sanguigna.

Ovviamente il caso ha rappresentato un evento eccezionale, tanto che sono stati eseguiti degli studi i cui risultati sono apparsi sull’American Journal of Emergency Medicine.

I ricercatori hanno dichiarato che l’erezione avuta dal sessantaduenne non è stata altro che una erezione patologica (e quindi non legata alla libido), anomala e oltretutto dolorosa, altrimenti detta priapismo.

Il fatto, verificatosi nel giugno del 2020, non è rimasto isolato: a marzo di quest’anno infatti un 69enne ricoverato al Miami Valley Hospital negli Stati Uniti, in terapia intensiva per una grave insufficienza polmonare da Covid, ha avuto un’erezione di 3 ore addirittura mentre era in coma.

Anche in questo caso i medici hanno riferito l’erezione a una tempesta di citochine.

L’uomo malauguratamente non ce l’ha fatta ed è deceduto in seguito a collasso polmonare.

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio