Dal Mondo

Instagram e l'autostima femminile

Allarme social per i soggetti più fragili

Allarme social per i soggetti più fragili

Belle, bellissime, senza difetti, senza cellulite ma nemmeno rughe, con capelli impeccabili, anche appena sveglie: sono le donne più seguite su Instagram, in pose sensuali e ammiccanti, anche solo per promuovere un succo di frutta.

E sono proprio queste immagini a influenzare negativamente la percezione della soddisfazione corporea delle donne cosiddette normali, e a spingere quelle emotivamente e psicologicamente più fragili a pensare seriamente alla chirurgia estetica per tentare di raggiungere quella perfezione.

L’allarme arriva dal dipartimento di psicologia dell’Università di Padova, che ha condotto uno studio su 247 donne tra i 19 e i 32 anni, sottoponendole a un video di 4 minuti che riproponeva lo scroll di 15 foto reali di donne sessualizzate o no, vestite o in costume.

Prima della visione di queste immagini, è stato chiesto alle partecipanti di compilare un questionario sul grado di utilizzo di Instagram e successivamente sono state invitate a visualizzare uno dei 4 video raffiguranti post del social.

Step successivo è stato il fare domande sull’insoddisfazione corporea, sull’umore e sull’eventuali interesse per la chirurgia estetica.

Risultato?

Tutte le partecipanti che avevano visto foto sensuali, si sono dichiarate insoddisfatte del loro corpo e coloro che invece avevano dimostrato una tendenza all’utilizzo compulsivo di Instagram, ha espresso la ferma intenzione di volersi sottoporre a una serie di interventi chirurgici per migliorare l’aspetto fisico.

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio