Pelozoo

Tempo di feste e botti: attenti al cane!

Tempo di feste e botti: attenti al cane!

Si avvicinano le festività natalizie e i festeggiamenti per il Capodanno, ultimamente vero e proprio incubo per gli umani con cani particolarmente sensibili ai famigerati botti.

Se esistono infatti pelosi assolutamente indifferenti agli scoppi di petardi, mortaretti e ai temporali più in generale, vi sono tantissimi cani che non solo ne sono terrorizzati, ma che rischiano ogni volta la fuga all’impazzata o, peggio ancora, l’infarto.

I rumori forti e improvvisi vengono affrontati da cani e gatti con sintomi più o meno gravi: il loro naturale istinto di sopravvivenza li fa scappare, nascondersi, sbavare, avere le convulsioni o distruggere tutto ciò che hanno di fronte.

Questi comportamenti non sempre hanno una causa specifica, come ad esempio un trauma subìto da piccoli e legato a un boato molto forte, e possono semplicemente essere dovuti a una predisposizione del singolo soggetto, soprattutto se cucciolo e non abituato ad alcun tipo di rumore.

Detto questo: come si deve comportare l’umano se il proprio peloso risulta terrorizzato dai botti?

Innanzitutto va detto che l’umano che conforta il cane al momento del boato, scappando con lui e accarezzandolo continuamente, non fa che rafforzare il comportamento di paura.

Immaginate di essere in ansia per una certa situazione e di avere qualcuno di fianco che, anziché distrarvi, favorisca la paura, radicandola in voi: ecco, la stessa cosa succede con i cani e la migliore reazione da avere in questi casi, è quella di mantenere il più possibile la normalità, evitando di sottolineare il problema.

Pur senza rimanere indifferenti ai suoi guaiti e al suo terrore, non va accarezzato né consolato fino a quando non si è messo a cuccia tranquillo.

In ogni caso in occasione delle festività, sapendo di avere in casa un peloso così sensibile, è bene non lasciarlo da solo ad affrontare il momento clou (anche solo per impedirgli di ferirsi o di distruggere qualcosa in casa).

Individuare un luogo molto tranquillo tra le mura domestiche dove posizionare la sua cuccia, è un altro valido consiglio: il cane, sapendo di poter stare al sicuro tra cuscini, silenzio, acqua e pappa, vi ricorrerà ogni qualvolta si presenta la necessità, senza scappare e soprattutto senza adottare comportamenti distruttivi.

Qualcuno riesce anche a distrarre il cane al momento dei botti, con un nuovo gioco o un osso crudo, ma spesso i pelosi quando sono terrorizzati si focalizzano solo sulla paura, rifiutando perfino il cibo.

E c’è infine chi utilizza farmaci a base di ferormoni sintetici, che avrebbero il potere di sedare i comportamenti di ansia e tranquillizzare il cane.

La regola fondamentale per poter essere efficaci nell’eliminare la paura nel proprio cane, è la pazienza e il mantenimento della calma: ricordatevi che gli umani, per i pelosi, sono uno specchio.

Se sarete nervosi, lui sarà nervoso, se sarete tranquilli, lui penserà che non c’è nulla di cui preoccuparsi e, automaticamente, si tranquillizzerà.

Buona Feste!

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio