Pelozoo

Bambini e cuccioli: istruzioni per “l’uso”

Bambini e cuccioli: istruzioni per “l’uso”

Un cucciolo di umano e uno di cane che camminano insieme verso il sole che sorge: esiste un’immagine più densa di significato, dolcezza e speranza più di questa?

Ma nonostante la bellezza di due esseri che crescono insieme, esistono ancora molti dubbi al riguardo che è bene affrontare.

Purtroppo quella del cucciolo che entra dalla porta di ingresso inizio primavera per andarsene da quella sul retro ad agosto durante le vacanze è un cliché che addolora i vari centri di recupero cani abbandonati, così come quella del peloso che, una volta cresciuto (e magari pure troppo) e una volta diventato adolescente il bambino, viene portato di corsa al canile con la scusa: non riusciamo più a tenerlo oppure dobbiamo traslocare e non vogliono animali e via di questo passo.

Insomma: un cane è per sempre, e questo vale soprattutto per i genitori che devono trasmettere il messaggio ai propri pargoli.

Siete certi di seguire entrambi i cuccioli in maniera responsabile, educando soprattutto quello umano a prendersi cura consapevolmente di quello peloso?

Se avete anche solo un dubbio, lasciate perdere!

Se invece avete deciso di intraprendere questa straordinaria esperienza, sappiate che alla base di tutto c’è il rispetto e l’insegnamento.

E quale miglior insegnamento del bell’esempio?

Un bambino dovrà per primo essere rispettoso e ubbidiente, affinché il cucciolo peloso ne possa imitare i comportamenti: insomma, sarà come prendere due piccioni con una fava.

Innanzitutto occorre chiarire che il cucciolo di cane non è e non sarà mai un gioco bensì un compagno di giochi: questo è fondamentale per evitare che il pelosetto abbia a soffrire le pene dell’inferno e, crescendo, si trovi a diventare aggressivo e mordace (e quindi allontanato).

Il bambino deve sapere esattamente cosa può e cosa non può fare con il suo cagnolino: non deve ad esempio tirargli la coda o schiacciargli le zampe, non deve stuzzicarlo fino a stressarlo, deve interagire invece con lui con tempi e modalità rispettose, deve educarlo a ubbidire con modi gentili, deve dedicargli il giusto tempo per giochi e passeggiate.

Se tutto fila come deve, si tratterà di un’esperienza indimenticabile e molto formativa per entrambi.

Infine un’ultima ma importantissima raccomandazione: mai, mai e poi mai lasciare i due cuccioli da soli.

Questo vale per il cucciolo di cane come per il cane adulto e perfettamente addestrato: troppo spesso le cronache sono piene di tragedie derivanti dal sottovalutare quello che un bambino, inesperto e inconsapevole, può provocare in un cane che, anche fosse il migliore al mondo, reagisce a suo modo.

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio