Pelozoo

Cani con l’acne: che fare?

Cani con l’acne: che fare?

Può sembrare un gioco di parole e magari fosse solo questo: i cani con l’acne sono una realtà e nemmeno così rara.

Alcune razze più di altre sembrano particolarmente portate a sviluppare la cosiddetta acne giovanile, quella che viene per intenderci ai giovani umani in fase adolescenziale.

Ecco allora che ai cuccioli tra i 5 e gli 8 mesi di Boxer, Rottweiler, Bulldog, Cane Corso e simili, appaiono sul mento e sulle labbra veri e propri punti neri che, in poco tempo, possono crescere e trasformarsi nei classici brufoli.

E non c’è nulla da ridere, visto che questa manifestazione tipica della pubertà, se in molti casi sparisce come è arrivata, in molti altri rimane e fa qualche danno, infettando le zone interessate che, come conseguenza, diventano più sensibili ad accogliere altri organismi che approfittano della situazione e vi si insediano (parliamo di Demodicosi, una rogna molto contagiosa, o della Tigna, e via di questo passo).

Agli inizi è ovvio che difficilmente potrete notare i punti neri o i comedoni, a causa del pelo che ricopre la cute del cane, ma subito dopo, quando daranno vita a escrescenze più o meno grandi, noterete che il peloso si gratterà più spesso, difficilmente si farà toccare nelle zone più dolenti e alcuni di questi brufoli tenderanno a sanguinare.

Una accurata visita dal veterinario, oltre a escludere le patologie ben più gravi di cui sopra, ci tranquillizzerà: il trattamento dell’acne del cane si cura con gli antibiotici e, in alcuni casi, anche con creme e pomate adatte.

La cura ovviamente è assolutamente necessaria per evitare al cucciolo una ulteriore invasione batterica e la regressione della patologia in genere avviene in una quindicina di giorni se i sintomi sono lievi o moderati, e dalle 3 alle 4 settimane in caso di acne molto grave.

L’alimentazione non è responsabile di questa manifestazione epidermica, benché diete particolarmente povere di nutritivi possano influire, abbassando il sistema immunitario e rendendo il peloso molto sensibile.

Quindi attenzione ai vostri pelosi in età… adolescenziale!

Al minimo sospetto, accompagnateli dal veterinario e, soprattutto, non tentate mai di schiacciare quei punti neri: aprireste un vero e proprio portone ad altri batteri molto più pericolosi e insidiosi.

NEWS DAL MONDO

Webradio