pelozoo

Sorrisi smaglianti e alito profumato

Sorrisi smaglianti e alito profumato

Avvertite un po’ di fiatella quando il vostro cane vi lecca? Avete scorto qualche anomalia ai suoi denti mentre afferrava la palla?

L’igiene dentale del cane, così come quella dell’uomo, non è cosa da sottovalutare, anzi tutt’altro!

Qualcuno potrebbe obiettare che “ai suoi tempi” i cani non avevano tutti sti problemi, men che meno ai denti. Ebbene, verissimo! Ma un tempo i cani erano un po’ lasciati al loro destino, chi si è mai occupato di controllarne il livello di tartaro della dentatura? E poi, a dirla tutta, un tempo ai cani si propinavano i resti della tavola, ossa comprese, utili a mantenere puliti i denti, e poco importava se subentravano problemi gastrici o intestinali.

Ma tant’è i tempi sono cambiati, l’alimentazione del cane pure e così le patologie che lo riguardano, e il tartaro è una di queste, insieme a carie e alitosi.

Partendo dal presupposto che non tutti i cani sviluppano queste problematiche, in generale un check dei denti di tanto in tanto non solo previene da eventuali infiammazioni che arrivano a interessare gengive e cavo orale (fino alla prematura perdita di un dente), ma anche la temibile alitosi, quella che vi costringe a mantenere le distanze dal peloso nonostante lui voglia inondarvi di leccatine (puzzolenti); da non dimenticare infine che i batteri presenti nella placca e nel tartaro possono arrivare al cuore e ad altri organi vitali come reni e fegato, danneggiandoli gravemente.

Il cane non vi dirà mai che ha mal di denti, al limite cesserà di mangiare, ma prima di arrivare a questo estremo, valutate la possibilità di pulire i denti con un appositi spazzolino e dentifricio: l’operazione potrebbe rivelarsi un’impresa, ma mai quanto una seduta di detartrasi (ovvero di rimozione del tartaro), che oltre a essere effettuata in anestesia generale (con tutti i rischi e i disagi che comporta), ha un suo costo.

Insomma, avete capito bene: prevenire è meglio che curare.

Quindi procedete con controlli costanti, pulite delicatamente i denti una volta alla settimana (o comunque in base al livello di sporcizia), regalate al peloso snack appositi e giocattoli da masticare e, nel dubbio, rivolgetevi subito al veterinario.

Se non c’è tartaro, non’è carie, e neppure alitosi, e potrete lasciarvi sbaciucchiare senza dover svenire ogni volta.

NEWS DAL MONDO

Webradio