PeloZoo

Si può lavare il gatto?

Si può lavare il gatto?

Se c’è una cosa che il gatto sa fare benissimo e instancabilmente, quella è lavarsi e pulirsi.

Di natura piuttosto schizzinosa, il gatto è molto attento alla propria igiene, tant'è che non solo non ama particolarmente l’acqua o farsi fare il bagno, ma non è così strettamente necessario sottoporlo a quello che lui vivrebbe come una autentica tortura.

Tuttavia esistono casi in cui non se ne può fare a meno, come quando è molto molto sporco (e magari ha il pelo lungo) o è entrato in contatto con sostanze che vanno rimosse al più presto (unto o sostanze tossiche).

Ma acciuffare il micio e infilarlo nella vasca da bagno è più facile a dirsi che a farsi!

Meglio usare una vaschetta di dimensioni sufficienti a contenerlo, riempiendola il tanto che basta perché non si allarmi o si spaventi; usate uno shampoo specifico per gatti (esistono!) e sopratutto privo di sostanze chimiche o profumi (insomma, evitate di usare il vostro!).

Poiché l’operazione sarà tutt’altro che facile, concentratevi subito sulla zona da lavare: male che vada, sarete andati a segno.

Insaponate per bene evitando occhi e orecchie, risciacquatelo accuratamente e fate attenzione perché, come i cani, tenderà a scrollarsi di dosso l’acqua in eccesso.

Molti gatti da esposizione in genere sono abituati alla toelettatura, ma il momento del bagno rappresenta sempre un’esperienza piuttosto sconvolgente: se notate che il suo livello di stress aumenta considerevolmente, cercate di rassicurarlo con degli snack e in tutti i casi non insistete oltre misura.

Per asciugarlo è preferibile un asciugamano, ma se riuscite il phon è più rapido (attenzione a distanza e temperatura).

NEWS DAL MONDO

È salvo il Buon Natale

Dal Mondo

È salvo il Buon Natale

Retromarcia per la Commissione UE, che per il momento ritira le linee guida in cui, secondo una ...

Webradio