Pelozoo

Gatti e scatole, un amore senza fine

Gatti e scatole, un amore senza fine

Avete un gatto? 

Sicuramente prima o poi lo avete trovato dentro a una scatola lasciata in giro per casa (e magari vi ha anche fatto prendere un bello spavento).

Non importano le dimensioni, spesso i gatti trovano il modo di infilarcisi dentro con performance da veri contorsionisti, ma l’importante è che siano presenti: le scatole sono i luoghi più amati dai nostri amici felini, anche se hanno a disposizione cucce meravigliose e morbide.

Il perché è presto detto.

I gatti sono dei predatori naturali e amano sorprendere le loro prede con veri e propri agguati (a volte lo fanno anche con pupazzetti inanimati), e le scatole rappresentano dei nascondigli perfetti, sia per balzar fuori all’improvviso che per nascondersi quando l’aria diventa un po’ pesante (ospiti sgraditi? Televisione a tutto volume? Giornate storte?)

Ma la scatola, per il gatto, è anche un eccellente antistress: isolati dal mondo circostante, diventano zone franche dove aspettare che le condizioni tornino alla normalità.

Poi se ci scappa anche un pisolino, ben venga: rimanere raggomitolati al sicuro, senza qualcuno che disturbi, è un invito a nozze se si ha un po’ sonno.

Uno studio svolto in un rifugio olandese su 19 gatti in cerca di adozione, ha dimostrato che i livelli di cortisolo nei felini che rimangono al sicuro dentro a banali scatole di cartone, si abbassa notevolmente, con un benefico impatto sul benessere generale (il sistema immunitario ne risulta rinvigorito).

Quindi lasciate un paio di scatole in giro per casa, il vostro gatto sarà ben felice di occuparle quando ne avrà bisogno.

NEWS DAL MONDO

Webradio