PeloZoo

E oggi... manicure!

E oggi... manicure!

Tra le operazioni più terrificanti per un cane, quella della manicure e pedicure occupa sicuramente il primo posto, almeno per la maggioranza dei soggetti.

Avete mai visto gli occhi di terrore e le sceneggiate tragicomiche di un quadrupede dal toelettatore, quando arriva il momento delle tronchesine?

Importante premessa: ci sono cani che difficilmente necessitano del taglio delle unghie, e sono quei soggetti che per attività su suolo duro e particolare genetica, si autoregolano senza bisogno del nostro intervento.

Ma ci sono invece cani ai quali questa operazione salva la deambulazione: cani da appartamento, razze specifiche, o di età avanzata.

Mai improvvisarsi è la prima regola: tagliare nella maniera scorretta le unghie a un cane, si traduce in sanguinamenti, lesioni e impossibilità, almeno per un certo periodo, di appoggiare la zampa.

Piuttosto affidatevi a chi lo fa di mestiere, in genere il veterinario o il toelettatore, che oltre ad avere ben chiaro dove e come tagliare, possiede gli strumenti del caso.

E qui arriva il bello: come rendere questo appuntamento meno sgradevole e far sì che il cane non lo viva come un film horror?

Abituarlo fin fa piccolo è una buona soluzione, presentandogli gradatamente il tagliaunghie insieme a un premio in cibo, ma soprattutto senza mai esagerare quando gli animi sono tesi e spaventati.

Insomma, meglio ritentare il giorno successivo.

Si inizia con una unghia al giorno, con calma, dolcezza, evitando movimenti bruschi e cercando di non costringere il cane con la forza, fino a che si sarà abituato.

Non illudetevi: non solo non sarà semplice, ma potrebbe anche accadere il peggio, e cioè che il cane non si abitui mai.

Siate pazienti e comprensivi, e sicuramente riuscirete a ottenere dei piccoli ma sostanziali miglioramenti.

NEWS DAL MONDO

Webradio