Dal mondo

L'Himalaya è visibile per la prima volta in 30 anni da alcune zone dell'india

L'Himalaya è visibile per la prima volta in 30 anni da alcune zone dell'india

Per la prima volta dopo 30 anni, la catena montuosa di Dhauladhar coperta di neve in India è diventata visibile ai locali a causa del crollo dei livelli di inquinamento derivanti dalle misure adottate per controllare la diffusione del Coronavirus.

Per molti residenti, la vista della Dhauladhar Range che fa parte dell'Himalaya è qualcosa a cui non hanno mai assistito nella loro intera vita.

In molti sono stati ansiosi di condividere i loro sentimenti a riguardo sui social media, tra cui l'ex giocatore di cricket indiano Harbhajan Singh che ha scritto:

“Non ho mai visto Dhauladar dal tetto di casa mia a Jalandhar. Non avrei mai immaginato che fosse possibile. Un chiaro segno dell'impatto che l'inquinamento ha avuto sulla nostra madre terra.”

Anche l'attivista anti-inquinamento Sant Balbir Singh Seeechewal ha lasciato delle dichiarazioni:

“Possiamo vedere chiaramente le montagne innevate dai nostri tetti e non solo. Le stelle ora sono visibili di notte. Non ho mai visto nulla di simile in questi ultimi tempi.”

L'india, un paese con oltre 1,3 miliardi di residenti è stata sottoposta a un rigoroso blocco a livello nazionale dal 22 marzo fino al 14 aprile e ora i benefici del blocco si vedono a occhio nudo. Troviamo incredibile gli effetti che questo virus sta provocando sul nostro pianeta, facendolo tornare a respirare. Vi lasciamo alle foto scattate da alcuni residenti della zona, diteci cosa ne pensate come sempre attraverso i commenti sotto l'articolo.

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio