Dal Mondo

Temperature roventi in Lapponia

Temperature roventi in Lapponia

La contea di Saltdal, vicina al Circolo Polare Artico, ha segnato nel mese di giugno i 34 gradi, ovvero la temperatura più alta mai registrata, e di ben 15 gradi superiore alla media stagionale.

La Lapponia, magica terra di Babbo Natale, sta letteralmente soffocando, così come tutta la Finlandia, la Norvegia e la Svezia; del resto l’ONU ha affermato che la temperatura media globale del 2020 è stata di 1,2 gradi al di sopra dei livelli preindustriali e pericolosamente vicina al limite di 1,5 gradi stabilito dall’Accordo di Parigi.

Dopo la notizia dei 719 morti in una settimana nel Canada occidentale, a causa di temperature che hanno sfiorato tragicamente i 50 gradi, quella dell’ondata di calore del Nord Europa aumenta ancora di più le preoccupazioni circa lo stato di salute del nostro Pianeta, ormai in piena crisi climatica.

Tutti questi eventi ci fanno capire come la modificazione del clima stia prendendo una piega davvero allarmante e che il riscaldamento globale, a dispetto delle previsioni, stia accelerando; le temperature stanno aumentando ovunque e quando la soglia limite dei due gradi centigradi di aumento a livello globale sarà superato, si assisteranno ad accadimenti definiti, ahimè,  punti di non ritorno, come la morte delle barriere coralline, che a sua volta innescherà un effetto domino incontrollabile e in grado di autoalimentarsi.

Ormai il riscaldamento globale non è più una teoria bensì un fenomeno non più contestabile e legato alle emissioni antropogeniche dei gas serra.

Insomma, è colpa nostra.

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio