Pelozoo

La museruola: vademecum per l’uso

La museruola: vademecum per l’uso

Ne abbiamo già parlato quando abbiamo trattato delle regole per entrare in società, ma, dato l’argomento, quello della museruola è un tema che merita un ulteriore approfondimento, solo per il fatto che non è che domani vi svegliate e la fate indossare al vostro cane come fosse la cosa più normale del mondo!

Ricordiamo innanzitutto che la normativa italiana vigente prevede l’obbligo della museruola a disposizione e non indossata, ovvero significa che se siete a spasso con il vostro peloso, in caso di controllo, dovete dimostrare di averne una e di saperla far indossare (ahia, questo è il problema!).

Ma perché, oltre al discorso normativa, è bene essere in grado di mettere la museruola al nostro cane senza problemi?

Le emergenze sono sempre dietro l’angolo e, in quanto tali, non concedono molto tempo per riflettere sulle situazioni: in caso di incidente e di un necessario pronto soccorso veterinario, in caso di controllo da parte delle forze dell’ordine, in caso vi troviate a passeggiare in una zona dove sono state ritrovate polpette avvelenate, oppure semplicemente durante un momento di particolare tensione tra più cani incluso il vostro, dobbiamo assolutamente essere capaci di fargli indossare senza difficoltà una museruola non solo adatta al suo muso, ma che gli impedisca di mordere e gli consenta di respirare.

Forzare questa operazione potrebbe rivelarsi davvero pericoloso e disagevole, tanto vale applicarsi una volta per tutte nel fargli accettare questo strumento nel migliore dei modi possibile.

Per prima cosa occorre procurarsi una museruola adatta: quella che sarà perfetta per un carlino, ad esempio, difficilmente potrà essere indossata da un levriero, e così via.

Se un tempo esistevano solo i modelli (piuttosto inquietanti) in metallo, quelli per intenderci che fanno somigliare il peloso a un Hannibal Lecter a 4 zampe, oggi esiste una varietà piuttosto estesa che comprende museruole in plastica, in stoffa, in materiale semi morbido e tutte ovviamente regolabili in base alle dimensioni del cane.

Se le museruole a gabbietta permettono al cane di tenere aperta la bocca, e quindi di respirare in maniera adeguata, quelle ad esempio in tessuto richiedono una buona calibrazione delle misure, per evitare che la bestiola non soffra le pene dell’inferno con le fauci totalmente serrate.

Una volta individuata quella che più fa al caso vostro (o meglio suo!), si tratta di introdurla al vostro amico con un certo garbo e divertimento, oltre che con la dovuta gradualità.

Inizialmente gliela proverete e basta, facendo seguire una ricompensa in cibo, per poi aumentare il tempo in cui dovrà indossarla, fino ad arrivare a totale accettazione, come se indossasse (più o meno) il suo collare.

Gratificatelo sempre, ricordate che una museruola, per carina e simpatica che sia, è pur sempre una costrizione; imparate bene a fargliela indossare velocemente e tenetela sempre a portata di mano quando uscite.

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio