pelozoo

Il cane che si morde la coda

Il cane che si morde la coda

Entrato a far parte dei modi di dire più utilizzati quando ci si vuole riferire a una situazione che non presenta vie di uscita, il cane che si morde la coda è un evento che inizialmente può far divertire ma che, a lungo andare, deve essere analizzato per essere risolto.

Il cane infatti non ha ovviamente modo di esprimere disagio, stress o dolore se non con il linguaggio corporale e comportamentale; uno dei motivi per cui il peloso inizia a mordersi la coda furiosamente potrebbe essere legato a problemi di salute, come una infestazione di parassiti o una infiammazione alle ghiandole perianali.

I parassiti come pulci o zecche che si concentrano sotto alla coda, sono un grande disturbo per il cane che, non sapendo come liberarsene, inizia a rincorrersi la coda; analogamente una infiammazione delle ghiandole perianali, che generalmente avviene se il peloso non riesce a fare pipì correttamente, sviluppando ad esempio una cistite, provoca attacchi furibondi alla coda.

In entrambi i casi e anche qualora scopriste piccole ferite o abrasioni sempre in zona caudale, è bene ricorrere al veterinario che saprà consigliarvi la giusta terapia per eliminare il problema.

Caso limite, per fortuna, legato a problematiche fisiche è l’ernia al disco che, causando una sorta di formicolio, spinge il cane a porre rimedio mordicchiando la coda: inutile dire che anche in questo caso l’intervento del veterinario è fondamentale.

Ma se il vostro peloso è coperto correttamente dal programma annuale anti parassitario, non ha ferite o abrasioni, né tanto meno soffre di infiammazioni varie, e si rincorre la coda in maniera ossessiva e comunque non per gioco, allora è il caso di ricercare cause diverse.

La noia, lo stress, l’apatia, la troppa solitudine e il nervosismo, sono tutti elementi che possono scatenare comportamenti compulsivi, come il mordicchiarsi le zampe o rincorrersi la coda.

Provate a farci caso: quando avvengono gli episodi?

Sicuramente noterete un elemento scatenante a cui non avevate prestato attenzione: consultate un bravo comportamentista o intervenite, se siete in grado, per eliminare la fonte di noia, stress, nervoso o solitudine, e vedrete che il vostro peloso, quando rincorrerà di nuovo la propria coda, sarà solo per gioco.

NEWS DAL MONDO

Scenette tutte

Webradio